Home » Uncategorized » L’Animalità, tra Etica ed Etologia con Francesco De Giorgio

L’Animalità, tra Etica ed Etologia con Francesco De Giorgio

Collage animalityA Salerno, sabato 19 Marzo 2016, dalle 16.30 alle 18.00, presso il RistoPub LuNa Vegana, in piazza Sedile di Portanova, vicolo Barriera 6, incontro aperto al pubblico con il dr. Francesco De Giorgio sulle tematiche di animalità, etica animale, soggettività, etologia e cognizione.

Cresciuto a Salerno per poi navigare il Mondo, Francesco De Giorgio è un biologo, specializzato in cognizione animale, ma anche un uomo pratico che vive con una banda di otto cavalli, quattro cani e due gatti, insieme a sua moglie José De Giorgio-Schoorl, presso la loro fattoria nei Paesi Bassi. Francesco De Giorgio è docente e ricercatore indipendente in etica, soggettività e cognizione animale, supportando diversi atenei internazionali. Membro di diverse società scientifiche, culturali, di critical animal studies e che trattano la relazione tra gli umani e gli altri animali. Componente del Comitato Etico ISAE (Società Internazionale di Etologia Applicata). Consulente della Polizia Olandese, nei casi di maltrattamento animale e nei percorsi di recupero cognitivo post-abuso. Francesco De Giorgio si impegna anche nello sviluppare contesti di cultura animale e consapevolezza etica per associazioni di volontariato, rifugi e santuari. I suoi studenti provengono da molte nazioni come Italia, Olanda, Spagna, Kenya, Inghilterra, Germania, Stati Uniti.
“Francesco ha sempre dato il meglio, lavorando con la testa, ma anche con il cuore e le mani, non solo nel suo studio, ma anche con l’acquisizione di conoscenze pratiche, e durante il suo sviluppo culturale è stato in grado di viaggiare, esplorare e scegliere molti eccellenti maestri, diventando il professionista che oggi con il suo lavoro, dimostra di essere. ” Danilo Mainardi , ex-Direttore della Scuola Internazionale di Etologia ( Erice , IT)
Il suo motto: “Esserci senza esserci.”

 

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: